eMTB News

News – Agazzini Bike: all’interno dell’azienda che rompe gli schemi e punta tutto sul “fun riding”!

Oggi vi vogliamo presentare un’azienda totalmente italiana: Agazzini Bike. Prima di entrare nel dettaglio dei prodotti offerti da Agazzini vi raccontiamo la storia di questa azienda e scopriamo il concetto di “MotoBike”.

Direttamente dal sito Agazzini:

Il nostro negozio apre al pubblico per la prima volta nel 2016, associando alla azienda già avviata di vendita di servizi di progettazione sostenibile e architettura, quello della MotoBike elettrica come stile di vita e nuovo modo di vivere il fuoristrada.

L’interessamento per questo settore nasce da una nostra passione per l’off-road su due ruote: negli anni abbiamo sempre seguito la voglia di regalarci emozioni alla guida di una MTB e di una moto da Enduro.

Questo ultimo segmento è diventato sempre più un segmento di “nicchia”, in quanto, giustamente, le restrizioni a livello normativo, hanno portato le amministrazioni a diventare sempre più severe con gli utenti che praticano questo sport motoristico sui sentieri del territorio nazionale: la MotoBike elettrica vuole quindi essere la giusta alternativa per un fuoristrada compatibile con l’ambiente e con gli utenti che praticano i nostri sentieri.

Così, nella primavera 2016, la visita a Barcellona nel nuovissimo stabilimento di Bultaco Motors, ci ha spinto a credere in questo progetto e ad investire tempo e denaro per istituire il primo punto vendita italiano del marchio spagnolo. Da qui, la nostra passione è cresciuta sempre più, portandoci ad esplorare vari prodotti all’interno di questo nuovo mondo e portandoci anche tutte le difficoltà iniziali che un nuovo progetto comporta. 

La dimestichezza maturata nella manutenzione e nella scelta delle migliori componenti, sia elettroniche che meccaniche, è andata via via crescendo: già nel 2017 fornivamo assistenza a 360° sui nostri prodotti e la possibilità di personalizzare le MotoBike per soddisfare al meglio le varie esigenze dei clienti.Col tempo la nostra esperienza aumentava, tanto da spingerci a pensare ancora più in grande: avendo chiari i punti di forza e di debolezza dei vari prodotti si faceva sempre più concreta l’idea di come sarebbe dovuta essere per noi la “Moto Bike”.

Così, dopo un anno e mezzo di progetti, ricerca e test sul campo, siamo riusciti a realizzare la nostra prima serie di MotoBike elettrica Made in Italy e a commercializzarla nei primi venti esemplari nell’estate 2019: questo è stato un grande successo, che ci motiva ancora oggi a portare sempre più in alto il nostro progetto!

Se vieni a trovarci, saremo lieti di farti toccare con mano i nostri PRODOTTI e, perché no, farti provare una sensazione di guida assolutamente NUOVA!

Ti aspettiamo

Agazzini Bike

 

Come avete potuto leggere Agazzini punta su un concetto nuovo, fuori dagli schemi di “MotoBike”. Un concetto sostenibile a livello ambientale, acustico e di grande, grandissima, innovazione tecnologica. Abbiamo seguito da vicino le ultime fasi di realizzazione dell’ultimo prodotto, che incarna alla perfezione il concetto che Agazzini racchiudeva nei primi prototipi di “MotoBike”, ma con una veste completamente nuova: Enduro 2.

E’ la MotoBike in grado di unire il potente motore elettrico da 4.000 W, gestito tramite manopola acceleratore, alla libertà e agilità regalata da una tradizionale mountain bike. Per farti scoprire il modo più divertente di vivere il fuoristrada!

La nostra ricerca sarà in grado di cambiare la vostra idea di divertimento all’aria aperta.

La scelta che abbiamo fatto per rivoluzionare questa idea, è stato il fuoristrada.

Perché è l’elemento che ci ha sempre appassionato e contraddistinto. La voglia di libertà e di raggiungimento della propria meta preferita, a contatto con la natura è un bisogno intramontabile, che diventerà sempre più prezioso nella società frenetica del giorno d’oggi.

Nel tempo, molti prodotti hanno cercato di colmare questa necessità, ma nessuno ne ha mai unito le caratteristiche migliori in un unico prodotto.

Le moto da fuoristrada consentono di percorrere i sentieri a grande velocità, hanno una inerzia elevata e regalano sensazioni legate alla guida e alla forza fisica. Le biciclette da fuoristrada si sono invece evolute nella loro ultima forma, quella delle mountain bike elettriche, consentendo un’esplorazione ad una velocità più a “misura d’uomo”, abbinando la guida all’allenamento muscolare e alla discesa.

Questi sono i due modi più comuni di fare fuoristrada che oggi noi tutti conosciamo.

Il nostro nuovo prodotto si chiama Enduro2 e vuole andare oltre a questa distinzione, integrando in sé le peculiarità più interessanti che accomunano questi due segmenti.

La novità di Enduro2 è l’unione di potenza e velocità, che contraddistingue le moto da fuoristrada, alla libertà, al raggiungimento della meta più ambita grazie alle proprie forze e al divertimento in discesa dato dall’agilità, che ritroviamo nella mountain bike.

Questa è una visione innovativa, che rende Enduro2 un nuovo “segmento” su due ruote.

Quindi, se vi state chiedendo cosa ci sia di così rivoluzionario nel nostro progetto,

immaginate un telaio agile e leggero con geometria da Enduro, che aggiunge la libertà di gestire la potenza di un motore elettrico da 4.000W (si, 6 cavalli!) attraverso una manopola acceleratore, alla possibilità di spingersi oltre i 50Km/h in soli 4 secondi.

Immaginate poi una trasmissione muscolare indipendente ad 11 rapporti, che vi consente di decidere in ogni momento lo sforzo che si vuole ottenere dalla pedalata, il tutto abbinato ad una batteria che permette di affrontare un range di 50-80 km, in base all’allenamento muscolare che si vuole ottenere.

Il tutto ottenuto con un peso complessivo di soli 28 kg e la possibilità di trasporto al pari di una normale MTB!

Otterrete un modo di vivere il fuoristrada che non avete mai provato! Il tutto progettato e realizzato sul nostro territorio.

Siamo certi che questo “nuovo” concetto può essere da sparti acque a livello di scuole di pensiero fra i puristi della e-bike e i puristi dell’enduro motorizzato. Noi crediamo che semplicemente è un concetto nuovo, ben pensato e soprattutto ben realizzato, che semplicemente prima non esisteva e può convivere con tutti i segmenti attualmente già presenti della MTB muscolare e a pedalata assistita.

Essendo un concetto nuovo e rivoluzionario siamo certi che può destare molta curiosità e molti dubbi per questo vi proponiamo una serie di FAQ che possono essere utili a comprendere meglio il concetto di “MotoBike” e il suo utilizzo:

– MIGLIAIA DI EURO PER UNA BICICLETTA NON SARANNO TROPPI?

Il mondo delle MotoBike nasce come alternativa tra Moto e MTB elettrica; per questo aziende in tutto il mondo (poche per ora) si sono lanciate nella produzione di telai molto semplici con motori nel mozzo, assemblando le loro bike con componenti di fascia medio-bassa. I prezzi medi di questi prodotti si aggirano dagli 8.000€ a più di 12.000€, fornendo, a nostro avviso, dei prodotti con una qualità prezzo bassa. Il nostro intento è quello di fornire invece le bike con motore centrale più performanti, con la qualità più alta che si possa trovare sul mercato.

– 30 Kg, non è un peso estremamente alto per una bike?

Essendo un ibrido tra bici e moto, i nostri prodotti sono dotati di un motore, batteria ed elettronica che sprigionano potenza e coppia di diverse volte superiore a quelle erogate dalle MTB elettriche; per questo motivo, qualche kg in più, oltre a fornire un telaio più “robusto”, offre più stabilità e inerzia alle alte velocità. Se consideriamo una E-MTB da 21 kg e 250W e una MotoBike da 31 Kg e 4.000W, noteremo subito un rapporto peso/potenza molto differente!

– Si, ma con un motore così potente, si perde il gusto della fatica e dell’allenamento!

In realtà, le MotoBike (parliamo di quelle con i pedali) sono dotate di un sistema ibrido di pedalata indipendente associato alla manopola acceleratore; questo consente, in soldoni, di poter gestire la potenza erogata del motore in ogni momento dallo zero al 100%. Così lo sforzo della pedalata muscolare può essere gestito nella modalità preferita dall’utente, regalando quella sensazione di erogazione “manuale” che le E-MTB non consentono.

– Le MotoBike sono difficili da usare?

Assolutamente no; la gestione indipendente tra manopola acceleratore e pedalata è una atto che implica soltanto un minimo di coordinazione tra il polso e le proprie gambe: ciò avviene di solito in un arco di circa 30 minuti di pratica. Il bello di imparare a gestire il mezzo con una modalità a cui non siamo abituati è anch’esso un modo divertente di scoprire un nuovo stile di guida!

– Le MotoBike hanno bisogno di una manutenzione particolare?

Assolutamente no; la manutenzione ordinaria è molto simile ad una normale MTB elettrica: un minimo di accortezza durante il lavaggio, lubrificazione periodica e controllo del serraggio della bulloneria permettono di mantenere al meglio il tuo mezzo.

– Come faccio per l’assistenza e i ricambi?

Agazzini Bike fornisce assistenza a 360° per ogni tipo di problema legato al post vendita, che sia esso di natura meccanica o elettronica. Per semplificare al massimo la manutenzione, abbiamo realizzato le nostre MotoBike servendoci del maggior numero di componenti “standard”: questo permette ad ogni utente di potersi recare dal proprio meccanico di fiducia per il 90% degli inconvenienti che possono capitare durante l’utilizzo. Questo pensato per i clienti più lontani, ma anche per la semplificazione della manutenzione di tutti!

Ricordiamo inoltre che Agazzini non è solo Enduro2 ma anche un segmento di E-Bike “classiche” con montaggi custom e materiali ricercati, oltre a geometrie aggressive, moderne e al passo con le richieste dei rider attuali. Stiamo parlando della Agazzini Enduro Carbon e le sue declinazioni in base al montaggio scelto! Osservando la qualità dei prodotti anche nel settore E-bike di Agazzini si nota come le tecnologie presenti su questi prodotti siano frutto di attenti studi, anni di progetti e di progettazione ed ogni elemento è pensato per il suo scopo tecnologico e meccanico. Basti pensare alla scelta del tipo di fibra di carbonio T800 per massimizzare il rapporto peso/rigidezza.

 

https://www.agazzinibike.it/enduro-carbon/

Noi di mtbworkshop.com crediamo nel Made in Italy da sempre, crediamo nei progetti audaci, nella voglia di mettere in pratica il genio e l’estro meccanico e tecnologico italiano. Per questo pensiamo che, come è successo per il settore e-bike, all’inizio spesso soggetto a critiche e confutazioni, per quanto riguarda il segmento giovane e rivoluzionario di “MotoBike” debba esserci spazio di sviluppo, di test e di conoscenza. Può esserci un avvicinamento anche critico al prodotto ma secondo il nostro modo di vedere dovrebbe essere critico ma al tempo stesso costruttivo. L’idea di unire due mondi vicini seppur diversi in un unico prodotto è qualcosa di molto audace, rischioso sicuramente, ma il prodotto Agazzini è il risultato di qualcosa di ben pensato, di studiato, di notti insonni per realizzare un prodotto che abbia un’anima tecnologica ben definita e ben precisa, che possa aprire e solcare una nuova strada, un nuovo segmento ma senza avere la presunzione di escludere altri mondi, vedi mtb muscolari o E-Bike. Semplicemente la “MotoBike” era qualcosa che non c’era e che siamo felici di poter raccontare, studiare, comprendere e conoscere.

Inoltre ribadiamo la Enduro2 è un prodotto che ha una manutenzione del tutto simile ad una classica E-bike, un tipo di guida tutto da scoprire, sicuramente nuovo, ma come tutto quello che è nuovo e rivoluzionario, per noi amanti delle due ruote artigliate è semplicemente qualcosa da provare quanto prima possibile e potervi raccontare tutte le sensazioni alla guida di un nuovo mezzo di un nuovo segmento.

Come sapete e avete avuto modo di leggere #mtbworkshop è un magazine aperto al nuovo, al vecchio, al vintage e al futuro. Abbiamo guidato mtb degli anni 90 con la tripla e il telaio rigido con tubi di Cr-Mo per passare alle Marathon totalmente in carbonio con forcelle e steli rovesciati. Abbiamo provato E-bike con escursioni importanti, full, front, abbiamo in cantiere un progetto di front da Enduro in alluminio, ma nel mentre pedaliamo full con forcelle con stele da 38 mm. Grazie a questo continuo cambiamento, innovazione crediamo di accrescere il nostro background e la nostra capacita di valutazione obiettiva del nuovo in relazione all’attuale ed al passato.

Per queste motivazioni crediamo nel progetto Agazzini, crediamo nel rivoluzionario ma non ad occhi chiusi o sulla carta, invitiamo sempre a provare ciò che è nuovo e che è messo a disposizione di noi rider e quindi poi può essere commentato, apprezzato o anche no.

 

Restate sintonizzati su #mtbworkshop per news, test e rimanere sempre aggiornati sul mondo delle mountain-bike e, ovviamente, delle sue varie odierne declinazioni.

About the author

Edoardo

Edoardo

29 anni, Ingegnere meccanico. Grande appassionato di mountainbike fin dall’adolescenza nonchè di outdoor sports, mountaineering, trail building e meccanica applicata allo sport e competizioni. Adoro i single track veloci che alternato tratti flow e con salti naturali ed artificiali di media entità a tratti con radici, rock garden, gradoni in cui tecnica equilibrio e  conoscenza del mezzo vanno messi in primo piano.

Add Comment

Click here to post a comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.