Test

TESTED – PNW Loam Grips: Comfort and grip in every condition!

Abbiamo appena concluso il test della fantastiche manopole di PNW in particolare le Loam Grips in colorazione Fruit Snacks montate sulla nostra Da Bomb Sentinel che, come ormai sapete, accoglie i vari componenti di cui abbiamo piacere di testare e raccontarvi.

Confezione minimal e ben fatta da parte di PNW con scatola completamente riciclabile in cui è inciso il QR Code per le istruzioni di montaggio. Subito spacchettate, niente di più facile: via le manopole vecchie, pulizia manubrio e dentro le nuove PNW Loam Grips. Chiave a brugola per il serraggio e posizionando la scritta laterale PNW parallela al terreno il gioco e fatto e la posizione corretta delle manopole è subito individuata.

Le prime sensazioni sono di comfort assoluto e di grande grip. Abbiamo provato le PNW Loam Grips sin dalle prime uscite in situazioni di asciutto e bagnato, nel senso che abbiamo avuto una giornata di riding letteralmente sotto l’acqua. Il grip? Inalterato, elevato, tutto ben stabile e saldo.

Nelle fasi di guida quando è richiesta più pressione e bisogna agire di più sul manubrio le Loam Grips si deformano quanto serve per affondare maggiormente la mano nelle stesse e tenere la presa salda.

Personalmente unica pecca, non ci sono piaciute molto senza guanti dato che si ha difficoltà a tenere le mani stabili soprattutto con il sudore.

A livello di usura possiamo confermarvi che il materiale sopporta bene stress e cambiamenti di temperatura mantenendo inalterata tutt’oggi la struttura dopo mesi di utilizzo intenso.

Qui il link diretto per guardare tutte le colorazioni disponibili ed eventuale acquisto.

Le manopole PNW Loam Grips sono caratterizzate da: elevata qualità, compound differenziato per il massimo grip in ogni condizione di guida e climatica. Materiale duraturo, colorazioni accattivanti e diversificate. Sottoscriviamo ed approviamo questo prodotto che fa dei dettagli e della qualità dei materiale i suoi punti di forza!.

About the author

Edoardo

29 anni, Ingegnere meccanico. Grande appassionato di mountainbike fin dall’adolescenza nonchè di outdoor sports, mountaineering, trail building e meccanica applicata allo sport e competizioni. Adoro i single track veloci che alternato tratti flow e con salti naturali ed artificiali di media entità a tratti con radici, rock garden, gradoni in cui tecnica equilibrio e  conoscenza del mezzo vanno messi in primo piano.

Add Comment

Click here to post a comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.