News

NEWS – TES 2021 Round 2: Mirco Vendemmia in vetta!!

Comunicato Stampa

Successo stratosferico a Carmignano per il II round del Toscano Enduro Series di Mountain Bike🚀🚀🚀
Se all’Isola d’Elba si parlava di risultato eccezionale con 540 partenti per il round 1, a Carmignano è stato frantumato ogni record con addirittura 612 partenti che si sono sfidati su 4 prove speciali classiche più una downtown.
I sentieri del Montalbano con un fondo reso perfetto dal caldo sole primaverile dopo le piogge della settimana, hanno fatto da prodromo all’ultima speciale downtown che scendendo dalla rocca medievale che sovrasta il paese ha rappresentato la ciliegina sulla torta di una gara di livello addirittura internazionale con i migliori atleti italiani a sfidare il meglio della concorrenza straniera.
Questa volta il gradino più alto del podio se lo è aggiudicato Mirco Vendemmia del Benozzi – FullOut Gravity Team Abetone Gravity Team
, che ha dominato la gara fin dalla prima PS riuscendo a battere i 2 svedesi del Team Ibis Cycles Zacharias Joansen e Robin Wallner rispettivamente di 11 e di 30 secondi.
Super prestazione quindi per il nostro Mirco che speriamo possa ripetersi anche all’EWS che inizierà proprio in Italia il mese prossimo.
Il team IBIS si è prontamente rifatto in campo femminile riuscendo a piazzare sul gradino più alto del podio la tedesca Rebecca Baraona che ha preceduto di oltre un minuto sia la nostra ALIA Marcellinii del team Camping Arizona al secondo posto e Gloria Scarsi del team Marchisio al terzo.
Quarto assoluto e primo degli under 23 Nicola Grotti alla prima vera gara dopo un infortunio, e che, corroborato dall’aria di casa ha contribuito al successo del Team Fullout Abetone Cannondale, seguito nella classifica degli under da Simone Pellissero e Matteo Saccon.
Primo Junior come all’Elba la giovane promessa Francesco Braconi della Scuola di Ciclismo Arezzo asd , mentre tra gli allievi ha vinto Lorenzo Scarpetti dell’ Appennino Bike (n.d.r. articolo qui) e tra gli esordienti Alessandro Caselli del Val d’Enza Aktiv team.
Tra gli amatori, primo Elite master Tommaso Acerbi, M1 Simone Giannini, M2 Marco Mazzi, M3 Francesco Armino, M4 Alessandro Bagnoli, M5 Mirco Scala, M6 Luigi Svanosio e nelle Front Mirko Scassa.
Grande battaglia e podio di assoluta categoria nelle Ebike con Andrea Garibbo sul gradino più alto seguito dalle 2 leggende assolute Marco Melandri, leggenda del motociclismo, che ha dimostrato una capacità di adattamento incredibile alla mountain bike e Bruno Zanchi, leggenda della Mountain Bike che non finisce di stupire nonostante i mille impegni da team manager che gli riempiono i fine settimana di gara.
Ma ancora una volta onore ai ragazzi de TES che hanno motivato il team Tsi Freebike Pistoia capitanato dal “Pres” Francesco Gelli che in collaborazione con la crew del Montalbano trail hanno tirato a lucido tutti i sentieri della zona mettendo insieme una bike area di assoluto livello, e ricevendo gli elogi oltre che di tutti i concorrenti anche dell’amministrazione comunale rappresentata dall’assessore allo sport Stefano Ceccarelli. Assessore che, anche in forza dell’enorme successo della manifestazione, ha espresso la ferma volontà di aiutare i ragazzi del Montalbano a costruire una bike area di sempre miglior livello come motore di richiamo per aumentare ulteriormente l’attrattività turistica di questo meraviglioso pezzo di Toscana.
A questo punto l’appuntamento è per il prossimo 20 giugno a Livorno con i Mushroom Mtb Livorno per la gara sulle colline di fronte al mare, che alla fine, sperando nel bel tempo renderà superflua la presenza delle docce a fine gara.
Visti i numeri impressionanti delle prime 2 gare e la possibilità di unire anche un bel fine settimana al mare, sarà bene cominciare a iscriversi, altrimenti si rischia di rimanere fuori!
Forza ragazzi che le speciali sono già tutte pronte 🤟
Photo Credits!! —-> TOSCANO ENDURO SERIES 

About the author

Edoardo

29 anni, Ingegnere meccanico. Grande appassionato di mountainbike fin dall’adolescenza nonchè di outdoor sports, mountaineering, trail building e meccanica applicata allo sport e competizioni. Adoro i single track veloci che alternato tratti flow e con salti naturali ed artificiali di media entità a tratti con radici, rock garden, gradoni in cui tecnica equilibrio e  conoscenza del mezzo vanno messi in primo piano.

Add Comment

Click here to post a comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.