News

News – Intend bandit: forcella “doppia” per l’enduro in edizione limitata

Intend presenta la nuova Bandit, una forcella da enduro non proprio classica come siamo abituati a vedere in giro di solito.

Non una doppia piastra, non una mono piastra. Scopriamola insieme!

Il peso non è maggiore di una forcella di ultima generazione con steli da 38 mm come Zeb o Fox 38.  Intend assicura prestazioni migliori grazie alla parte sinistra dello stelo con una camera negativa molto più lunga e con maggior volume!

Geometricamente inoltre si hanno boccole di scorrimento distanti, maggior rigidezza e maggior volume della camera d’aria negativa come detto in precedenza. Tutto questo a favore di un netto miglioramento della curva di compressione.

Riassumiamo qui tutte le caratteristiche della nuova Intend Bandit!

  •  una curva della parte pneumatica migliorata
  • maggiore rigidezza
  • maggior volume camera negativa

La Intend Bandit inoltre può essere racchiusa con le seguenti caratteristiche.

  • Adatta a ruote 29 “, ma utilizzabile anche anche in formato 27,5”
  • Peso di 2390g
  •  Lunghezza massima del tubo sterzo 133 mm
  •  Escursione: 190 mm, 180 mm, 170 mm, 160 mm, 150 mm
  •  Altezza Axle to Crown: 601,5mm con escursione 190mm, -10mm per ogni 10mm di corsa in meno
  •  Altezza di bloccaggio della piastra superiore: 10 mm
  • Diametro dischi compatibili: 203 mm, 180 mm, boost o non boost. 223 mm possibile con adattatori
  • Asse: 15 o 20 mm
  • Colori disponibili: nero o argento anodizzato

Forse l’unica nota dolente è la seguente. Prezzo e disponibilità.

Prezzo: 1999 € IVA inclusa, ordinabile fino al 31 dicembre 2020, consegna  prevista per febbraio / marzo 2021, pagamento prima della consegna.

Per ulteriori informazioni intend-bc.com e crossworkx bike

About the author

Edoardo

Edoardo

29 anni, Ingegnere meccanico. Grande appassionato di mountainbike fin dall’adolescenza nonchè di outdoor sports, mountaineering, trail building e meccanica applicata allo sport e competizioni. Adoro i single track veloci che alternato tratti flow e con salti naturali ed artificiali di media entità a tratti con radici, rock garden, gradoni in cui tecnica equilibrio e  conoscenza del mezzo vanno messi in primo piano.